news

Giappone - Il ritorno di Godzilla


Quasi due anni fa Godzilla è riapparso a Tokyo, ma questa volta come strumento di marketing e comunicazione, un’attrazione turistica simbolo di prosperità e divertimento per il rinomato Kabukicho Ward, il quartiere a luci rosse di Shinjuku.
 
Il gigantesco mostro è stato nominato ambasciatore del turismo del quartiere di Shinjuku, noto per i suoi bar sotterranei e ristoranti di noodle. La sua testa, replica di 12 metri  basata sul film del 1954, è oggi la principale attrazione di un nuovo complesso commerciale che accoglie un cinema, un albergo, alcuni ristoranti, oltre allo studio cinematografico Toho, lo stesso che ha prodotto i film giapponesi su Godzilla.
 
L'immagine di Godzilla ha avuto i suoi alti e bassi in Giappone, ma è stata riportata all'attenzione del pubblico dalla versione hollywoodiana di “Godzilla”, diretta da Gareth Edwards e diventata un successo mondiale nel 2014. Il Giappone spera ora che la più grande star della storia cinematografica di questa nazione possa contribuire ad attrarre turisti grazie alla strategia di mercato promossa dal primo ministro giapponese.
 
Il preistorico mostro sputafuoco Gojira - come si pronuncia in Giappone - è una combinazione tra gorilla e kujira, che significa balena, un'aberrazione genetica causata da test nucleari effettuati nel Pacifico. Disegnato dopo che gli Stati Uniti sganciarono la bomba atomica su Hiroshima e Nagasaki ponendo così fine alla Seconda Guerra Mondiale, Godzilla è diventato un simbolo del trauma devastante subito dai giapponesi. Trasformando la realtà in un dramma di fantascienza, Godzilla, le cui squame ricordano le cicatrici cheloidi delle vittime, incarna la sublimazione della tragedia di un popolo.
 
Collocata a 52 metri (171ft) dal suolo, la testa a grandezza naturale (12 metri) di Godzilla emerge da un balcone dell'ottavo piano dell’Hotel Gracery Shinjuku. Il mostro espelle fumo dalla bocca, i feroci occhi brillano al buio e la testa risplende minacciosa su Shinjuku. Sei camere del nono piano dell'Hotel Gracery Shinjuku offrono una vista panoramica su Godzilla, una camera a tema che contiene una statua del mostro a misura d'uomo, mentre in alcune camere un enorme artiglio fa capolino dalla testiera del letto, come se Godzilla stesse per entrare nella stanza.
 
Poco dopo la sua costruzione, un sistema di illuminazione a LED dedicato è stato introdotto in vari step per rendere la testa di Godzilla più feroce che mai e per godere della presenza del mostro anche di notte. Nobu Yoshida, Division Manager presso Lightcosmo Co. LTD, responsabile dell'illuminazione di Godzilla, ha scelto alcuni prodotti GRIVEN per evidenziare i suoi tratti principali. Due Emerald in configurazione RGBW sono stati installati nella bocca di Godzilla per illuminare il fumo che emana, mentre altri due Emerald sono stati utilizzati per conferire un aspetto feroce ai suoi occhi. 6 Jade 16 RGBW sono stati scelti per illuminare le unghie, e 4 Zaphir RGBW colorano la pinna dorsale. Come ultimo step dell'installazione, la testa è stata illuminata con l'ausilio di 4 Coral RGBW.
 
La leggenda di Godzilla continua...
 
Prodotti installati:
4x Emerald RGBW
6x Jade16 RGBW
4x Zaphir RGBW
4x Coral RGBW
 

Vietnam - Effetti speciali per il Nguyen Van Linh Intersection Bridge

Una delle più importanti città commerciali e industriali nel nord del...
leggi

Germania - Emozioni Hi-tech alla thyssenkrupp Tower

Fondata dai Romani quasi 2000 anni fa, Rottweil è la città più...
leggi

archivio