news

Vietnam - Un nuovo splendore per la citta' imperiale di Hue


Nominata Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO nel 1993, la città imperiale di Hue è il più popolare e antico sito monumentale architettonico dell’area centrale del Vietnam, meta ambita da milioni di turisti ogni anno. Fondata nel 1804 durante il regno dell'imperatore Gia Long, Hue fu terminata nel 1832 dall'imperatore Ming Mang. Dopo aver consultato esperti geomanti per scegliere il luogo migliore sul quale erigere la cittadella, l'imperatore ordinò la costruzione iniziale di un muro lungo 10 km provvisto di relativo fossato e della prima Cittadella che comprendeva anche il Palazzo dell'Imperatore, dotato di una seconda cerchia di mura e fossati ad ulteriore protezione.
 
Molti altri palazzi, portali, cortili e giardini vennero successivamente aggiunti al blocco principale per ottenere il layout finale della cittadella. Nel corso degli anni la città imperiale subì vari danni causati da cicloni, umidità e termiti, mentre nel 1968 venne attaccata dai soldati dell'esercito nordvietnamita  e dai vietcong. Durante la fase iniziale della "Battaglia di Hue", venne ordinato alle forze alleate di non bombardare la città imperiale a causa del suo status religioso e culturale, ma le successive battaglie di terra la danneggiarono gravemente. Gli edifici rimasti vennero poi restaurati più volte, mentre un mirato piano di ristrutturazione  è stato recentemente messo a punto dal “Hue Monuments Conservation Center”. Fin dalla sua fondazione nel 1982, questa organizzazione ha ottenuto risultati eccezionali, restaurando la maggior parte delle reliquie della Cittadella con l'aiuto di artigiani specializzati.
 
Da un punto di vista architettonico, la Cittadella di Hue è divisa in due parti principali: la Città Reale e la Città Proibita. La Città Reale si trova nel cuore del sito e assieme al Palazzo Reale è considerata il luogo sacro del feudalesimo Vietnamita e il centro del culto dell'imperatore. Eccezionale per le sue caratteristiche artistiche e imponente presenza architettonica, il Ngo Mon Gate consente l'accesso al Palazzo di Thai Hoa , sede delle grandi cerimonie imperiali. La Città Proibita era invece riservata esclusivamente all’imperatore e alla sua famiglia e comprende tuttora 50 diversi edifici e 7 portali di accesso.
 
Il Ngo Mon Gate è il più grande tra i quattro principali portali di accesso a Hue. Costruito nel 1833 sotto il regno dell'imperatore Minh Mang, il Ngo Mon Gate è considerato da un punto di vista architettonico un prezioso scrigno, custodia delle molte reliquie culturali e religiose di questo sito Patrimonio dell'Umanità. Prima del recente restauro, il Ngo Mon Gate era illuminato da un sistema tradizionale con lampade ad alogenuri metallici a luce bianca calda, che non era in grado di far risaltare al meglio i suoi elementi estetici né di enfatizzare appieno la complessità artistica delle sue caratteristiche architettoniche tipiche della tradizione vietnamita. Inoltre, i costi di manutenzione e il consumo energetico dell’impianto erano ovviamente molto elevati.
 
Nell’ambito di un grande progetto di restauro, il rinnovo del sistema di illuminazione al Ngo Mon Gate è stato completato nella primavera del 2015, per fare emergere lo splendore dell'antica città anche di notte nel rispetto delle norme di risparmio energetico e delle esigenze di sostenibilità del sito. Il progetto è stato realizzato da PhuThanh JSC- Hanoi, azienda leader nell’installazione della tecnologia LED in Vietnam ed è stato completato alla fine di aprile, in occasione del 40° anniversario dell’indipendenza del Vietnam.
 
In base alle esigenze di illuminazione espresse dalla società incaricata del progetto, PhuThanh JSC- Hanoi, i lighting designers di GRIVEN hanno realizzato una prima bozza dello schema di installazione, scegliendo i corpi illuminanti più idonei per conseguire l'effetto desiderato che prevedeva un forte contrasto tra la parte superiore e quella inferiore del portale, basata sull’utilizzo di tonalità di bianco caldo e freddo. Il giallo, insieme a tutti i toni caldi dell'oro, rappresenta il colore dell'imperatore, è il simbolo di un elevato status sociale, ma è anche il colore del buddismo, della positività e della vita, del sole, del raccolto e della gioia. Il bianco freddo, al contrario, è il colore della morte, simbolo del lutto e del tradizionale culto dei defunti, ma è anche l’emblema della purezza e dell’innocenza.
 
Per ottenere un’intensa tonalità dorata sulla parte superiore del tetto, è stata scelta una configurazione personalizzata in colore ambra per i corpi illuminanti, molto compatti e potenti,  installati su tutto il perimetro del tetto del Ngo Mon Gate. Un totale di 84 Micro-Clip MK2 in colore ambra con ottiche larghe o extra larghe unitamente a 28 Jade 9 Easy ambra con ottiche larghe sono stati installati sulla cornice superiore del portale per conseguire un’illuminazione spot di grande effetto. Lo stesso schema si ripete anche sulla tettoia sottostante grazie all’impiego di 99 Micro-Clip MK2 ambra con ottiche larghe o medie per una distribuzione ottimale della luce. Per completare la parte di sostegno della struttura con un contrasto di luce molto intenso, 52 Micro-Clip MK2, in bianco freddo e con ottiche a fascio stretto, sono state utilizzate per illuminare le colonne in legno che sostengono le tettoie del portale. 
 
Per la parte inferiore della struttura, un muro portante grezzo, è stata adottata una configurazione in bianco freddo – in contrasto con la parte superiore dorata - interrotta solo dalle tonalità calde che colorano i portoni d'ingresso. Per conseguire questo effetto di armonioso contrasto, 78 Parade S-W-20 Recessed in bianco freddo con ottica wall wash sono stati incassati di fronte al bastione per illuminarlo in maniera uniforme. In corrispondenza dei tre portoni anteriori, sono stati installati 22 Parade S-W-20 Recessed in configurazione bianco caldo per ottenere l’effetto desiderato.
 
Ora il Ngo Mon Gate risplende come mai prima nella notte di Hue.
 
Prodotti installati:
147 x AL2219 Micro-Clip MK2 Ambra con ottica extra larga
  20 x AL2221 Micro-Clip MK2 Ambra con ottica larga
  28 x AL3454 EW WW Jade 9 Easy Ambra con ottica extra larga
  16 x AL2220 Micro-Clip MK2 Ambra con ottica media
  52 x AL2224 Micro-Clip MK2 Bianco freddo con ottica stretta 
    2 x AL2219 Micro-Clip MK2 Bianco caldo con ottica extra larga
  78 x AL3544 Parade S-W-20 Recessed bianco freddo con ottica wall wash
  22 x AL3549 Parade S-W-20 Recessed bianco caldo con ottica wall wash
 
Crediti:
Design e installazione: PhuThanh JSC- Hanoi
Foto: PhuThanh JSC- Hanoi

archivio