news

Azerbaijan - Aspettando Baku 2015 1st European Games


I primi European Games 2015 si sono svolti a a Baku nel mese di giugno, attirando nella capitale dell'Azerbaijan oltre 6.000 atleti provenienti da 50 paesi che hanno gareggiato in oltre 30 discipline, 16 delle quali olimpiche. Lo Heydar Aliyev Sports and Exhibition Complex, che deve il nome al primo presidente dell'Azerbaijan, è una delle quattro sedi centrali dei giochi, assieme ad altri tre palazzetti scelti per ospitare questa edizione nel centro di Baku. Dalla sua apertura nel 1990, l'arena Heydar Aliyev ha ospitato circa 40 competizioni internazionali in diverse discipline sportive. Dopo la ristrutturazione del 2006, è diventata la sede ufficiale delle competizioni di ginnastica ritmica. Durante i giochi europei l'arena è stata utilizzata per tutte le gare di judo, sambo e wrestling.

Il palazzetto è stato completamente riqualificato per i giochi di Giugno attraverso l’implementazione di un moderno ed organizzato centro servizi multimediale e la modernizzazione dell’auditorium con 7500 posti a sedere. Oltre all’interno, anche la parte esterna del palazzetto è stata rinnovata grazie a una struttura modulare a forma di corona costellata da mille luci sfavillanti. Questo enorme diadema, la cui costruzione era iniziata già nel settembre dello scorso anno,  è costituito da un sostegno di metallo composto da travi diagonali montate in modo da comporre una griglia romboidale. I lighting designer di GRIVEN hanno lavorato sul layout illuminotecnico sin dall’inizio della costruzione, in modo da consentire l’installazione dei corpi illuminanti prescelti già durante le fasi di montaggio dell’intelaiatura del palazzetto. Il fissaggio alle travi metalliche è avvenuto tramite speciali staffe realizzate su misura per consentire il montaggio di ben 1300 Graph-i-Cell nella configurazione RGB.

Dopo aver fissato le unità di illuminazione a pixel alla struttura metallica del palazzetto, i loro corpi sono stati poi parzialmente incassati con l'aiuto di piastre in vetroresina che nascondono il sistema di fissaggio, lasciando a vista solo la cupola luminosa del prodotto. Le intersezioni a forma di rombo sono quindi state ricoperte con un tessuto plastificato per conferire un aspetto uniforme ed elegante a tutta la struttura. In questo modo, al termine dei lavori, i corpi illuminanti non solo erano posizionati secondo lo schema di illuminazione desiderato, ma erano anche pronti per la programmazione e per i relativi test finali.

I tecnici GRIVEN si sono recati a Baku per effettuare in loco la programmazione delle unità pixel e per assicurarsi che tutto funzionasse alla perfezione in occasione degli imminenti giochi europei. Alberto Fantoni dell’ufficio tecnico GRIVEN, in qualità di responsabile della programmazione, e Alessandro Pederzani, Lighting Designer presso GRIVEN,  hanno curato nei minimi dettagli lo schema di illuminazione  generale di questo prestigioso progetto.

L’effetto finale è davvero sorprendente:  ora ogni singolo pixel scintilla seguendo schemi preimpostati e fa brillare l'arena come una corona di diamanti nella notte di Baku. L'effetto dinamico è straordinariamente suggestivo, la transizione di luce e colore da un pixel all’altro  rapida e senza sbavature. Il nuovo palazzetto ora è caratterizzato da un aspetto esclusivo e ultra moderno in grado di creare emozioni  vibranti.

GRAPH-i-CELL RGB è un versatile modulo con sei LED RGB full colour e grado di protezione IP65 per applicazioni d’illuminazione architettonica multimediale, che consente di riprodurre un’infinita varietà di elementi grafici. GRAPH-i-CELL RGB è disponibile come spot ultra luminoso con diffusore opalino da 180° per la massima visibilità periferica del punto luce. La flessibilità di utilizzo in una gamma di applicazioni pressoché illimitata è favorita dai più recenti ritrovati tecnologici utilizzati, quali l’aggiornamento del firmware da remoto, il sistema di auto-indirizzamento e il controllo digitale di tutte le funzioni. La gamma di modelli alternativi è composta anche dalla versione monocromatica è disponibile su richiesta.

Il controllo digitale completo di tutte le funzioni è stato un requisito essenziale per questo progetto, per poter gestire in modo fluido il complesso schema di illuminazione dell'intero palazzetto   attraverso l'utilizzo di un software specifico per la progettazione e programmazione degli spettacoli di illuminazione dinamica più creativi. Questo sistema di gestione include strumenti intuitivi ed innovativi per creare progetti anche molto articolati, predisporre singoli proiettori all’interno di un progetto e configurare dispositivi esterni nel sistema di controllo. Tra le altre funzioni, il sistema offre la programmazione di effetti luce speciali, la mappatura di pixel video-to-light, la visualizzazione grafica dell’installazione e sorprendenti funzioni automatizzate.

Dal 12 al 28 giugno i primi  European Games  e il complesso sportivo Heydar Aliyev di Baku con la sua corona luccicante sono stati sotto gli occhi di milioni di appassionati di tutto il mondo, suscitando irripetibili emozioni.


Prodotti installati:
1300 x AL2076 Graph-i-Cell RGB
    10 x AL2093 Start Line Box
    63 x AL2094 Repower Box
    76 x AL2079 IP65 Electronic driver
      4 x AL2026 DMX Output interface
      1 x AL2027 Lighting Application Software
      1 x AL2023 Butler Garage


Sito ufficiale:
www.baku2015.com

Crediti:
Società di installazione: A + A Group of Companies

Video

archivio