news

Russia – I Giardini di Alessandro di Mosca tornano all’antico splendore


Situati dietro la Porta Iberica sul pendio della collina Borovitsky (in russo Макоvicа), conosciuta anche come Colle del Cremlino, i Giardini di Alessandro (in russo Aleksandrovskij Sad) di Mosca devono il loro nome allo zar Alessandro I e si estendono lungo le mura occidentali del Cremlino. Nel 1820 l'imperatore Alessandro I, desideroso di restaurare Mosca dopo il grande incendio del 1812, ordinò la costruzione di questi splendidi giardini per commemorare la liberazione della Russia e dell'Europa dall'occupazione napoleonica.


Ispirata ad antichi motivi artistici ed architettonici, questa vasta area verde è costituita da tre diversi giardini - superiore, di mezzo ed inferiore - tutti concepiti con lo stesso stile paesaggistico e riccamente adornati con una varietà di alberi (tigli, aceri, abeti rossi), arbusti ornamentali (lilla, gelsomino, ciliegio, acacia, biancospino) ed aiuole di tulipani e rose che si estendono tra sentieri, romantiche rovine e piccoli capolavori architettonici. In quanto parte della cintura verde di viali che prosperarono all'inizio del XIX secolo intorno alle mura del Cremlino, i Giardini di Alessandro hanno contribuito ad una armoniosa integrazione di questa zona con l’area urbana circostante. Ora luogo fra i più frequentati dai moscoviti nonché classica meta turistica, i giardini sono stati in passato testimoni di molti eventi determinanti nella storia della Russia.

 

Nell’ambito di un grande processo di riqualificazione architettonica ed illuminotecnica che coinvolge l’intera zona del Cremlino, il giardino superiore e quello di mezzo sono stati recentemente ristrutturati in base ad uno progetto volutamente conservativo sviluppato dai migliori architetti e lighting designer di Mosca, che hanno recuperato ed analizzato a fondo fotografie e reperti d’epoca per ripristinare l’antica immagine dei giardini.

 

Il nuovo concetto dilluminazione è stato finalizzato a valorizzare non solo le aree verdi dei giardini, ma anche il loro patrimonio architettonico di monumenti, statue, fontane ed altri elementi. 51 TRIDENT CYM 150, cambia colori a ioduri metallici di GRIVEN, installati a livello del suolo, illuminano ora le folte chiome degli alberi più grandi. Le ottiche utilizzate sono state appositamente selezionate per garantire il massimo impatto visivo. Cambia colori a LED da incasso sono stati invece utilizzati per l’illuminazione di arbusti bassi e cespugli. 95 DUNE MC RGBW sono stati installati a scomparsa, per non alterare la ristabilita armonia generale, nei prati dei giardini. Tutti i corpi illuminanti sono controllati da un sistema di segnale digitale DMX, in grado di creare in tempo reale le dinamiche scene di cambio colore e gestire ogni apparecchio in modo indipendente, e sono stati prodotti in conformità con le prestazioni tecniche imposte dagli specialisti dell'organizzazione del progetto quali requisiti contrattuali.

 

Progettato per applicazioni da incasso in esterni, DUNE MC RGBW è un cambia colori con emissione di luce vivida e brillante che si distingue per un’efficace combinazione di LED RGBW full colour. Questo proiettore compatto di nuova generazione, grazie al suo fascio di luce direzionabile fino a 10° e alla varietà dei gruppi ottici opzionali, è ideale per una vasta gamma di soluzioni che richiedono effetti di illuminazione radente particolarmente intensi ed uniformi. La portata di 2000 Kg e il grado di protezione IP67 permettono l’utilizzo in aree carrabili.

 

Con la nuova architettura illuminotecnica, che dà ora nuova linfa alla rigogliosa vegetazione dei Giardini di Alessandro, le notti della capitale si rianimano in un’atmosfera unica.

 

 

Prodotti installati:
95 x AL4014 DUNE MC RGBW con ottica larga
51 x AD3302 TRIDENT CYM 150

 

Crediti:
Lighting concept, lighting design, fornitura e installazione dei prodotti illuminotecnici, controllo e programmazione dei sistemi DMX: Svetoservis
Distributore russo di prodotti GRIVEN: DSL Ltd.

Vietnam - Effetti speciali per il Nguyen Van Linh Intersection Bridge

Una delle più importanti città commerciali e industriali nel nord del...
leggi

archivio