news

Russia - Novy Arbat, 36: nuove evoluzioni che puntano in alto


Nell’ambito di un vasto progetto di riqualificazione del sistema  d'illuminazione architettonica di Mosca, Novy Arbat Street, un ampio e lungo viale a sei corsie in una delle zone più frequentate e alla moda della città, è stato recentemente ulteriormente ravvivato grazie all'utilizzo della tecnologia LED più innovativa ed eco-sostenibile. Dopo che nel 2012 gli edifici ai n°6, 10, 16, 22 e 26 di Novy Arbat Street erano stati illuminati con prodotti GRIVEN, ora un sofisticato sistema d’illuminazione dinamica è stato installato anche sul palazzo governativo del COMECON al numero 36. 

Eretta negli anni tra il 1963 ed il 1970, la sede del COMECON è considerata un capolavoro del modernismo sovietico ed è diventata uno dei principali punti di riferimento architettonici della città russa. Il suo design minimalista e lievemente asimmetrico, che riflette un valore sia urbanistico che simbolico, è costituito da quattro parti distinte: tre ali laterali molto simili che si sviluppano fino ad un'altezza di 105m e una struttura di interconnessione centrale, leggermente più bassa.

Il complesso, che ospita sale conferenze, un hotel e uffici amministrativi, ha la forma di un libro aperto che simboleggia una generosa predisposizione verso la cultura e la conoscenza e la loro libera diffusione.  Le tre ali, divenute simbolo dell’unità tra Oriente e Occidente, tra Europa e Asia, incarnano i desideri dei paesi membri del COMECON che, pur mantenendo una propria identità, tendono agli stessi obiettivi di comunicazione, convergenza e unione. In conclusione, l'edificio è il simbolo dell’unità del COMECON, ma anche dell'uguaglianza dei popoli, così come del diritto umano universale di usufruire degli innegabili benefici della conoscenza.

Affidato al gruppo russo Svetoservis, il lighting design di questo edificio richiedeva prima di tutto una corrispondenza allo schema di illuminazione già esistente in Novy Arbat, attraverso l'utilizzo di un’illuminazione dinamica d’accento con un perfetto livello di diffusione della luce. Potenti corpi illuminanti a LED con ottica a fascio stretto caratterizzati da elevata efficienza luminosa, fonte di lunga durata, basso consumo energetico e funzioni tecniche altamente professionali, costituivano un must per il conseguimento delle prestazioni richieste. Inoltre, essendo dotato di uffici, hotel e sale conferenze, l'edificio polifunzionale necessitava di uno schema di illuminazione discreto che in nessun modo potesse infastidire, disturbare o danneggiare i suoi ospiti. Infine, l'altezza totale dell'edificio di ben 105m richiedeva un corpo illuminante a fascio stretto che potesse arrivare fino alla cima della struttura con una distribuzione uniforme della luce e del colore.

In base a questi presupposti, i lighting designers della Svetoservis hanno scelto di illuminare solo il blocco centrale dell’edificio e le pareti esterne delle tre ali. Mentre per le ali laterali un prodotto GRIVEN era già stato individuato come soluzione ottimale in termini di emissione luminosa, fascio a lungo raggio ed eco-sostenibilità, per la parte centrale è stato necessario lo studio di un nuovo prodotto specifico per l’illuminazione di una superficie molto stretta sviluppata prevalentemente in altezza e con uno spazio limitato alla base per il posizionamento dei proiettori.

Il team Ricerca & Sviluppo Griven ha brillantemente superato, ancora una volta, la sfida di personalizzare radicalmente un prodotto del proprio catalogo, così da renderlo perfettamente rispondente alle dettagliate ed inderogabili specifiche progettuali della committenza, creando un nuovo modello di wall washer dal fascio ultra stretto. 14 Powershine D ULTRA SPOT RGBW, un nuovo potente proiettore a LED che produce un fascio di luce dall’incomparabile angolo di proiezione ultra concentrato di 4°, sono stati quindi installati alla base del blocco centrale del palazzo del COMECON per illuminarlo fino al tetto.

Molto più di una configurazione ottica alternativa, POWERSHINE D ULTRA SPOT RGBW offre il controllo digitale indipendente di ciascun modulo, per un totale di 72 LED. La combinazione di LED RGBW, che fornisce una luce bianca di qualità sorprendente oltre ad una vastissima gamma di tonalità intermedie, garantisce la massima flessibilità progettuale. I costi di manutenzione vengono considerevolmente ridotti dal grado di protezione IP66, dall’assenza totale di parti in movimento, dalla celebre lunga durata delle fonti luminose utilizzate e dal controllo di equilibrio termico a convezione, che offre inoltre il vantaggio della massima silenziosità in funzionamento.

44 Powershine MK2 D RGBW con ottica spot sono stati invece posizionati alla base delle tre ali con un mirato puntamento a diverse altezze in modo da raggiungere una perfetta distribuzione di luce e colore su tutta la parete. Lo schema di illuminazione scelto funziona in due modalità differenti: una combinazione di colori fissa  è impostata per i giorni feriali mentre, in occasione delle festività e dei week-end, una sequenza di colori dinamica riaccende l'edificio sintonizzandolo perfettamente con il dinamismo multicolore di questo vivace viale del centro di Mosca.

Prodotti in specifica:
14 x AL2928 POWERSHINE D RGBW ULTRA SPOT
44 x AL3690 POWERSHINE MK2 D RGBW
88 x AL3710 ottica spot per Powershine MK2 D

Crediti:
Lighting concept, lighting design, fornitura e installazione dei prodotti illuminotecnici, controllo e programmazione dei sistemi DMX: Svetoservis
Distributore russo di prodotti GRIVEN: DSL Ltd.

Tutti i dispositivi sono fabbricati in conformità con le prestazioni tecniche dei requisiti contrattuali imposte dagli specialisti dell'organizzazione del progetto.

Video

Vietnam - Effetti speciali per il Nguyen Van Linh Intersection Bridge

Una delle più importanti città commerciali e industriali nel nord del...
leggi

archivio