news

Bangladesh - Un sentiero luminoso verso il cielo


Il Suhrawardy Udyan National Memorial, una delle poche aree urbane verdi rimaste nella capitale del Bangladesh, è stato per lungo tempo al centro della vita sociale di Dacca. Fu qui che lo sceicco Mujibur Rahman tenne il suo storico discorso dichiarando guerra al Pakistan e proprio qui le forze pakistane si arresero al popolo del Bengala che lottava per la libertà nel 1971. Per consacrare il National Memorial in quanto simbolo di libertà e indipendenza, le autorità di Dacca hanno promosso nel 1997 la costruzione di un centro culturale polifunzionale all'interno dell'area del Memorial, lo Swadhinata Stambha. Completata nel 2011, la prima fase di questo grande progetto comprendeva la pianificazione, progettazione e costruzione di spazi verdi con laghetti e fontane, una galleria sotterranea, un museo alla memoria, un centro di ricerca, un teatro da 2.000 posti per proiezioni multimediali e un anfiteatro. La costruzione di una torre di vetro ha completato, nel dicembre 2013, la seconda fase del progetto.

Ora il cielo notturno di Dhaka è illuminato da potenti fasci di luce che brillano in memoria dell’indipendenza duramente conquistata dal popolo del Bangladesh. Progettata dai vincitori del concorso nazionale indetto dal Dipartimento dei Lavori Pubblici nel 1997, gli architetti Marina Tabassum e Kashef Mahboob Chowdhury della ditta Urbana, la Tower of Light, nota anche come Glass Tower, è costituita da lastre di vetro impilate e ha una dimensione di base di 4,88x4,88 m e un'altezza totale di oltre 45 metri.

 L'illuminazione della Tower of Light è stata ideata dallo studio di  Singapore LIGHT COLLAB. "La luce è il simbolo della speranza e del sacrificio disinteressato di tutti coloro che hanno lottato per la libertà. Per attuare la visione degli architetti di una torre che splendesse nella notte, abbiamo dedicato una particolare attenzione alla distribuzione uniforme della luce sulla superficie della torre, in modo da ottenere un effetto radente perfetto, con una profondità prismatica che però non si riflettesse all’interno della torre stessa" afferma Yah Li Toh, designer presso LIGHT COLLAB. Inoltre, i lighting designer incaricati del progetto hanno voluto enfatizzare ulteriormente l'estrema brillantezza della torre disegnandone i contorni fino al cielo attraverso un uso sapiente di potenti fasci di luce bianca.  Importati da ROOTS International, quattro fari da richiamo KOLORJET 7000 WHITE di GRIVEN, con fascio concentrato da 1° collocati agli  angoli della struttura alta 45 metri, sono stati impiegati per rendere visibile da lontano la Tower of Light attraverso la creazione di un sentiero di luce ben definito composto da quattro fasci imponenti che puntano direttamente verso il cielo, prolungando l’effetto luminoso della torre fino ad un’altezza considerevole.

KOLORJET 7000 WHITE è un faro da richiamo da esterno estremamente potente a luce bianca che utilizza una lampada Xenon da 7000W, la cui potenza viene enfatizzata dalle prestazioni del riflettore placcato nickel rodio di cui il proiettore è dotato. Ciò rende KOLORJET 7000 WHITE ideale per l’impiego in concerti, stage e  set cinematografici oltre che per l’illuminazione architettonica di edifici molto alti dove siano necessarie la qualità e la potenza di una lampada allo xenon. La dimensione del fascio è regolabile attraverso uno zoom elettronico. Il controllo a bordo  consente l'accesso immediato alla funzione zoom.

Crediti:
Progetto: Liberation War Museum & Independence Monument
Location: Dhaka, Bangladesh
Cliente: Ministry of Liberation war’s affairs, Government of Bangladesh
Realizzazione: Public Works Department, Government of Bangladesh
Architetti: Urbana - Marina Tabassum, Kashef Mahboob Chowdhury
Lighting Designer: Light Collab Singapore - Yah Li Toh, Li Qi Chua, Teruhiko Kubota
Contractor: NDE-NOVUM Consortium
Foto: Light Collab Singapore

Video

Vietnam - Effetti speciali per il Nguyen Van Linh Intersection Bridge

Una delle più importanti città commerciali e industriali nel nord del...
leggi

archivio